"Chan fhaca mi aingeal no naomh
ach chuala mi fhuaim na mara 'gus eilean mo chridhe
na theis meadhan"

Colum Cille, 7° sec. D.C.

Condividi

Esplora I Links

*Links
*Blog
*Forum
*Cultura Celtica e Celtismo
*Gruppi di rievocazione
*Arte e Artisti
*Musica Celtica: Link Utili
*I Musicisti: Siti Ufficiali
*Pubblicazioni Celtiche
*Manifestazioni
*Altri Link

Facebook

 

 

[HomePage]
[Blog] [Guestbook] [Facebook] [Forum] [Stampa]

Le danze irlandesi

*Storia
*Step dance
*Ceili dance
*Set dance
*Fonti e approfondimenti

Storia

Si parla di "danze irlandesi" più che di "danza irlandese" perchè si tratta di diverse forme di ballo, di cui le più note sono la ceili dance e la step dance.
Ci sono soltanto riferimenti vaghi alla storia remota delle danze irlandesi: si dice che i primi ballerini professionisti furono i druidi, che ballavano nei rituali religiosi. Le tracce dei loro balli circolari sopravvivono nei balli in cerchio di oggi.
Uno dei primi riferimenti alle danze irlandesi è in una lettera scritta da Sir Henry Sydney alla regina Elizabeth I nel 1569, in cui Sydney ha descritto la formazione di ballo, osservando i ballerini disposti su due file parallele.
Tutte le attuali danze irlandesi devono molto all’opera dei maestri di danza, i Masters, comparsi in Irlanda verso la metà del XVIII secolo. Essi viaggiavano di villaggio in villaggio, ove soggiornavano per un periodo di circa sei settimane durante il quale impartivano delle lezioni d ballo. Agli allievi più capaci e promettenti venivano insegnati non solo i passi più semplici destinati alle danze di gruppo, ma anche quelli più complessi e ricchi di virtuosismi delle danze da solista, quelli cioè caratterizzati dalla tecnica del “battering”, consistente nel battere i piedi per terra a tempo per meglio marcare il ritmo della musica. Per ottenere un suono più forte e ben udibile nel danzare questi passi, spesso i ballerini collocavano nelle scarpe delle monete oppure inserivano dei chiodi sotto la suola delle scarpe, in prossimità della punta, per renderla metallica e quindi più sonora. Per danzare questi balli era necessario disporre di una superficie di legno: si ballava infatti spesso su tavole o porte temporaneamente rimosse dai cardini e stese a terra per lo scopo.
Gli stessi maestri si sfidavano frequentemente in gare di abilità nella danza da solista, dove il premio per il vincitore consisteva nel rilevare l’area d’influenza del maestro sconfitto e quindi aumentare il numero dei propri allievi. Accanto alla danza da solista e alle danze di gruppo dette "ceili", dal termine gaelico indicante le feste da ballo, si sviluppò in Irlanda anche un altro filone di danza, sempre di gruppo, detta set dancing.
Le danze appartenenti a questa categoria ebbero origine dalle quadriglie francesi, importate in Irlanda e modificate dai maestri di danza per essere adattate alla musica locale. Eseguite da gruppi di quattro coppie di ballerini disposte a quadrato, detti “set”, queste danze divennero piuttosto popolari, ma conobbero poi un notevole declino ad opera dello stesso governo irlandese, della Chiesa cattolica, e della Lega Gaelica.
Quest'organo fu istituito nel 1893 per preservare l’identità nazionale irlandese, sempre repressa dagli inglesi, attraverso la promozione della lingua gaelica e di varie manifestazioni della cultura irlandese, tra cui la danza. Le set dances, dunque, furono accusate di essere spurie in quanto di origine straniera e, mai bene accette da parte della Chiesa che sempre aveva visto la danza come un’attività licenziosa e immorale, furono fortemente osteggiate. Esse vennero addirittura ostacolate dal governo irlandese con il Dance Hall Act del 1935, con cui il loro esercizio nei luoghi pubblici veniva subordinato all’ottenimento di una speciale licenza, non facile da conseguire.
Le ceili dances, al contrario, furono favorite dalla lega Gaelica rispetto alle set, in quanto costituite da passi ritenuti più genuini ed autentici perché creati direttamente dai maestri di danza irlandesi; inoltre, la postura più rigida con braccia quasi sempre ferme lungo i fianchi e lo scarso contatto fra i ballerini, i quali al massimo si prendono per mano (nel ceili dancing, a differenza del set dancing infatti, non si utilizza la cosiddetta presa di valzer) rendeva questi balli più accettabili per la Chiesa. Tutto ciò determinò il successo conosciuto dalle ceili dances rispetto alle set per parecchi anni.
Le set dances hanno riacquistato popolarità solo di recente, verso gli anni '70 e '80 del XX secolo, ed oggi sono tornate in auge al punto da essere le più ballate nella maggior parte delle feste danzanti irlandesi. Le ceili dances e soprattutto la danza da solista, la step dance, hanno avuto invece particolare fortuna nell’ambito delle competizioni e, da circa quindici anni a questa parte, anche nel mondo dello spettacolo.
Il famoso brano di step dance irlandese Riverdance, coreografato dal ballerino e campione del mondo di danza irlandese Michael Flatley ed interpretato dallo stesso Flatley nel ruolo del protagonista, fu presentato in Eurovisione nel 1994 e riscosse un enorme successo, che portò subito alla creazione di un vero e proprio musical, imperniato principalmente sulla step dance irlandese e anch’esso intitolato Riverdance. Grazie alle tournée, per la prima volta nella storia la step dance, in precedenza nota soltanto in Irlanda e nei paesi con forte presenza di immigrati irlandesi (Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Australia e Nuova Zelanda), è stata portata nei teatri di tutto il mondo, dove ha collezionato innumerevoli successi, appassionando un numero sempre crescente di persone.
In occasione di questi eventi la step dance rigorosamente tradizionale è stata arricchita, ad opera di Michael Flatley, da movimenti di braccia, testa e busto, assolutamente non tradizionali ma tali da renderla maggiormente espressiva e adatta ad essere presentata alle platee di tutto il mondo. Questo stile ha preso il nome di Riverdance style e continua ad essere praticato in un notevole numero di fortunati spettacoli di danza irlandese quali The Lord Of The Dance, Feet Of Flames, Dancing On Dangerous Ground, Gaelforce, Celtic Tiger e molti altri, che sono seguiti a Riverdance.
Al giorno d’oggi, quindi, questa forma di danza da spettacolo convive accanto alla step dance di stile rigorosamente tradizionale, caratterizzata dall’assoluta immobilità della parte superiore del corpo in contrasto con la velocità e il brio dei movimenti dei piedi; uno stile, quest’ultimo, non certo meno importante, ma che, anzi, continua ad essere preservato con particolare cura ed attenzione insieme con il ceili e il set dancing, in quanto prezioso patrimonio culturale d’Irlanda nonché fonte e origine di ogni forma moderna e innovativa di ballo irlandese.

Step Dance

L’Irish step dance, o Irish solo dance, è la danza irlandese cosiddetta “da solista”. Da questa è derivato il Riverdance style, più conosciuto ma, a voler guardare, meno genuinamente irlandese.
Nella Step dance, si sta fondamentalmente dritti: non ci sono movimenti di testa, braccia, busto e fianchi, che vanno tenuti sempre fermi; ci sono movimenti solo di gambe. Le braccia si tengono distese lungo i fianchi, leggermente indietro e con le mani chiuse. La testa è dritta, si guarda avanti. Il busto è dritto, non ruota, né si inclina in avanti o indietro o di lato; le spalle sono parallele ai fianchi.
I piedi sono ruotati in fuori e le gambe sono ben incrociate una davanti all’altra con le ginocchia nascoste una dietro l’altra o comunque vicine: non devono mai aprirsi in fuori o puntare di lato.
Si balla sempre in punta dei piedi, appoggiando il tallone per terra solo in alcuni movimenti (bangs). Tutte le volte che un piede si stacca da terra deve essere puntato, il piede cioè deve essere teso in modo da continuare la linea della gamba, come la punta di un compasso.
Naturalmente, inderogabile è il ritmo della musica che va sempre rispettato.
La step dance si suddivide in due branche a seconda del tipo di scarpe con cui viene ballata.
Le scarpe possono essere leggere e morbide (light shoes o soft shoes), oppure pesanti e dure (heavy shoes o hard shoes). Diverso è il rumore prodotto dalle heavy shoes, che tutti sono in grado di sentire. La step dance ballata con le light shoes non è da intendersi come mero percorso propedeutico alla step dance ballata con le heavy shoes, in quanto entrambi i filoni coesistono e si sviluppano parallelamente l’uno all’altro.
I ritmi che si danzano nella step dance sono:

La step dance, come dice il nome stesso, è costituita da “steps”, ossia “passi”: uno step è una sequenza di movimenti che dura 8 battute di musica.
A seconda del ritmo ballato e della velocità della musica uno step può risultare anche piuttosto lungo.
In linea di massima, ogni step viene ballato iniziando prima con la gamba destra, o andando verso destra, e poi viene ripetuto con la gamba sinistra, in modo perfettamente simmetrico, per un totale di 8+8 battute.
Alcuni steps sono il lead round, ballato in cerchio, o il side step, con spostamento laterale prima verso destra e poi verso sinistra.

Videocorso di Irish step dance



Playlist di Rici86

Ceili Dance

La Ceili dance è una forma di danza di gruppo costituita da passi creati dai maestri di danza, la cui comparsa si situa intorno alla seconda metà del XIII secolo.
Dopo la grande fortuna di questa danza a discapito della step dance, negli ultimi decenni ha subito invece un declino. Ai ceili, cioè alle feste da ballo, oggi si balla principalmente set dancing, mentre il ceili dancing ha continuato a essere praticato, accanto alla step dance, soprattutto nelle scuole di danza impegnate nelle competizioni.
L’associazione Cairde Rince Céilí na hÉireann, nata in Irlanda verso la fine del 1996, a pochi mesi dal centenario del primo ceili ufficiale organizzato dalla Lega Gaelica nel 1897, promuove il ceili dancing come forma di ballo ricreativa anziché agonistica.
Esistono 30 ceili dances ufficialmente riconosciute e codificate. Queste sono descritte in 3 volumi, noti con il nome di Ar Rinci Foirne.
I ritmi ballati sono:

La caratteristica principale delle ceili dances è il fatto di utilizzare passi relativamente semplici e di essere basate su figure danzate in gruppo, per eseguire le quali i ballerini spesso si prendono per mano.È da notare che questi sono i soli movimenti di braccia consentiti nelle ceili dances. Le danze inoltre prevedono spesso spostamenti laterali, eseguiti singolarmente o in coppia, e scambi di posto fra coppie o fra partner di una stessa coppia.
I passi sono fondamentalmente due:

A questi va aggiunto anche il passo tipico della jig detto rising step.
Le ceili dances si possono suddividere in grandi gruppi in base a differenti criteri:

Set Dance

La Set dancing deriva dalle quadriglie ballate nelle corti francesi.
Queste danze furono portate in Irlanda e insegnate dai primi maestri di danza, che le adattarono alla musica tradizionale irlandese.
Col tempo, nelle varie contee si continuò a danzare i set locali nei crocevia e nelle case, anche quando la Chiesa Cattolica applicò la legge del 1935 che permetteva la danza solo nelle sale da ballo pubbliche autorizzate nel tentativo di sopprimerle.
Le Set dances riuscirono a sopravvivere meglio in quelle parti del paese dove si era più legati alla tradizione. Sebbene le Ceili dance fossero considerate da molti tradizionalmente le più "irlandesi", le uniche danze che si potevano trovare in zone di tradizione gaelica erano proprio le Set dance.
Le Set dance, normalmente divise in "figure", sono ballate da quattro coppie, generalmente disposte sui lati di un quadrato. Sia gli otto ballerini, sia la stessa danza sono definiti "set".
La Set dance differisce dalla round dance perchè non necessita di un leader (caller o cuer), in quanto la sequenza delle figure è data dal nome del set. Diversi set giungono da diverse parti d'Irlanda e prendono il nome, solitamente, dal luogo di origine.

Fonti e approfondimenti

*Breve storia delle danze irlandesi
*Danza Irlandese
*Cairde Rince Céilí na hÉireann
*Ar Rinci Foirne
*Irish Set Dancing
*Comhaltas Ceoltóirí Éireann
*Irish dance handbook, 1902
*Helen Brennan, The Story of Irish Dancing, Mount Eagle Publications, 1999


[HomePage]
[Blog] [Guestbook] [Facebook] [Forum] [Stampa] [Torna su]




Esplora il Sito

di _Rici '86_

*Contatti

*Home Page
*Blog
*Facebook
*Guestbook
*Forum
*Collabora
*Utilities & Download
*Links
*Rici86

Visite

dal 26 luglio 2004:

Ti piace il sito? Votalo!

Aggiornato il

Ultimo aggiornamento della pagina:


Versione 3.5
26/10/2011

Credits

*Banner
Personalizzazione di un'immagine di Luca Tarlazzi (i Triskell).
© Trentini SRL
Via P. L. Nervi, 1/B
44011 Argenta (FE) - Italy
Tel.: 0039-0532-318149 - Numero Interno: 151
Fax: 0039-0532-310084
E-mail:
[email protected] e [email protected]
Web:
www.3ntini.com
www.trigallia.com
*Contenuti e grafica:
Ove non espressamente indicato, i contenuti delle pagine sono di Rici86 e collaboratori.

Disclaimer

Per tutto ciò che non è qui sopra riportato, sono indicati gli autori e i legittimi proprietari. Se non fosse così, la mia svista è in buona fede. Vi prego, nel caso di negligenza in tal senso, di contattarmi.
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons